La voce dell’Albero

Tu non sei i tuoi pensieri, non sei la tua immagine, non sei identificabile nei ruoli che hai scelto o che la vita ti ha assegnato.
Tu sei tu, semplicemente.

Inaspettato…

Sarà un gesto inaspettato

Un viso sconosciuto

La fede che avevi perso e hai ritrovato

Un nuovo inizio

Tutto è possibile

Ma tu non lasciare che il coraggio sbiadisca

Mai

Un nuovo sentire

Non c’è più filtro tra uomo e natura, non ci sono veli, né separazioni, c’è legame, comunione, connessione…

Ho voglia di te

Ho voglia di amarti senza condizioni
senza se e senza ma
solo io e te, qui e ora,
nel presente e nell’eternità…

Sono impedita, ma…

Quanto diverso è il nostro mondo, basta così poco e le nostre orbite non si incontrano più, deragliano tangenti impazzite che faticano a rimanere ancorate alla realtà.

Lettera ad un amore

Amore mio, eccomi qua… come sai non mi è mai piaciuto scrivere perché ho sempre pensato che parlare fosse l’unico modo per comunicare fra due persone.

Amica malattia

Bionda. Alta. Lineamenti spigolosi. Platelet, o meglio Platty come tutti la soprannominavano, forse un po’ soprapensiero arricciò il naso.

Il sogno

Si è staccata da un albero radicato vicino al bordo del fiume, non perché fosse trascinata dal vento, si è staccata volutamente, spinta da qualcosa dentro di lei…

Un pomeriggio d’estate

Mi sono stancata di buio ma ho sete d’ombra, mi sono stancata di luce abbagliante, ma ho fame di incanto, del contrasto che divide, linea sottile che unisce.