Strane le parole

Ci sono parole che volano via
e parole che restano
Parole che cadono nel vuoto se nessuno le ascolta
Parole vestite di promesse non mantenute
Quelle nascoste in una bugia
Quelle mute che si fanno complici
Parole gridate con rabbia e con rancore
O sussurrate in un amplesso
Quelle mascherate nella menzogna
O sbandierate e inutili

Che strane le parole…
Si scordano le proprie
Ma si ricordano quelle altrui
Vanno e spariscono nel nulla… o rimangono a lungo
Sospese a volte
Come macigni pesanti sul cuore che fatica a dimenticare
O nell’anima che agonizza pian pianino

Ma ci sono anche parole che rimbalzano gioiose
E vibrano e riscaldano le notti solitarie
Dolci come carezze… stupite come il primo bacio
Come un’alba nuova, un sorriso sdentato
Un grazie sussurrato piano, un sì muto
Un perché svelato
Parole che riempiono di felicità e meraviglia il tuo oggi
Che brilleranno a lungo perché basta un lumicino per non inciampare…
E una sola parola per essere felici.

Cornelia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Crea la tua formula magica!

Scarica gratis l’Esercizio delle 9 Parole e ricevi gli aggiornamenti sulle attività di Scrittura Senza Censura.