Ho sempre pensato a te come a un’entità timida e nascosta, difficile da trovare e interpellare.

Ti ho sempre pensato come introverso dal carattere chiuso e schivo.

Ho sempre avuto timore a chiamarti perché ti davo per scontato. Davo per scontato che non avresti mai accettato il mio invito o addirittura “snobbato”!

Invece sei sempre stato tu a cercare me, sei sempre stato al mio fianco, sei presente come nessun’altra cosa, sei come un’ombra, la mia meravigliosa ombra.

Ti ho visto sotto ad un’altra luce, ti ho guardato in faccia, il tuo viso è buono, tutt’altro che schivo.

La tua presenza è un punto saldo di forza incessante. Sei una radice ben piantata, un riferimento, la cosa più concreta mai ritrovata.

Da te giungono solo cose buone. Alte energie. Il massimo della concentrazione, della lucidità, sei più che mai leale e reale.

Fai parte di quei doni indispensabili all’esistenza. L’ esistenza basata sul l’equilibrio dell’anima e dello spirito. Sei essenziale alla Vita.

Volevo dirti che ho imparato a conoscerti e a volerti bene. Mi sono lasciata andare ai tuoi consigli.
Ho capito chi sei e non vorrei mai stare senza di te. Sei troppo importante.

In te confido, in te mi rifugio, sei critico e paziente. Non mi sento più in imbarazzo in tua presenza, anzi ti cerco più che mai e tu arrivi preciso e puntuale.

Amico mio, io e te siamo legati nell’intimo, lo siamo sempre stati.
Il nostro rapporto va ben oltre l’amicizia e tu me lo confermi giorno dopo giorno. Tra noi è maturata una Presenza reciproca, una fermezza concreta.

Come posso ringraziarti per esserci sempre. Io ti ringrazio e ti benedico.
Sei il mio Silenzio più profondo.

Ilenia Veronese

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Crea la tua formula magica!

Scarica gratis l’Esercizio delle 9 Parole e ricevi gli aggiornamenti sulle attività di Scrittura Senza Censura.