L'elefante è una storia d'amore

L’elefante è l’amore che si presenta con un’immagine erotica, scomoda, spesso inaccettabile e, invece di osservarla e osservarti, la nascondi.

Il tuo elefante è un estro creativo che temi sia criticato e non sei pronta per giustificare o spiegare, perché nemmeno tu lo conosci davvero.

L'elefante è l'Eros

L’elefante è un’immagine che non abbiamo nutrito e di conseguenza anche nascosto.

Siamo donne e quindi esseri sensuali, siamo erotiche, ma ad un certo punto veniamo etichettate come “sbagliate”, non importa da chi, e questa carica creativa viene vista come sporca.

Un grande problema per noi donne, ma non approfondisco oltre. Preferisco che sia il nostro sentire ad essere osservato.

Giocare con la femminilità, sentire con ogni cellula del nostro corpo, avere la pelle sensibile al minimo alito di vento e sentire tutto con goduriosa sensualità, non è sempre capito.

Ci inseriscono in una categoria. Tant’è che noi per prime ci sentiamo condizionate dalla categoria comportandoci di conseguenza, spegnendo così il nostro eros.

Invece, il nostro essere creature erotiche, va oltre il sesso, lo possiamo contemplare come mezzo di sperimentazione ma non è il fine del nostro essere sensuali.

La sensualità naturale è qualcosa di puro, creatività grezza, semplicemente piacere personale e non c’è bisogno dell’altro per raggiungerlo, ci basta ballare, fare un lungo bagno caldo, accarezzarci con olii profumati, truccarci, prenderci cura del nostro corpo e del nostro aspetto, dipingere, cantare, passeggiare col nostro cane, accoccolarci col nostro gatto, scrivere, cucinare, mangiare, ascoltare musica, meditare, incontrarci con le amiche, ridere, e molto altro.

Per ognuna di noi sarà diverso, ma credo che questo ci riguardi un po’ tutte, siamo creature che sentono in modo amplificato, che seguono il ritmo del battito della terra, e odorano le sfumature di ogni memoria dell’aria, percepiscono il fuoco come parte di se stesse e vivono nelle profondità dell’acqua come creature degli abissi. Come potrebbe essere diversamente?

E quando cominciamo a perdere il contatto con la nostra natura a causa dei doveri, dei rimproveri, dei condizionamenti, del decoro, della morale, della mancanza di tempo per noi, del giudizio, della paura, della stanchezza, della mancanza di un/o una complice, e mi fermo qui con la lista ma potrebbe essere molto più lunga, sentiamo la sensazione di essere una bomba pronta a scoppiare, o un elefante in un negozio di cristalli. Ogni minimo passo falso potrebbe essere fatale.

E allora acquisiamo una capacità sabotante che spegne ogni slancio.

E non importa se non siamo più ragazzine, i condizionamenti continuano a fare danni dal loro nascondiglio.

Eppure, c’è qualcosa che cresce e diventa ingombrante come un elefante… Risultato?
Perdiamo un sacco di energie per nasconderlo e nasconderci, ma l’Eros si sprigiona come un aroma, un’essenza, e si spande per chilometri, oppure cresce a dismisura e diventa un immenso pachiderma, non possiamo più trattenerlo.

E, un bel giorno, ci arrendiamo, scavalchiamo i muri dei condizionamenti, o li buttiamo giù con la forza del nostro alleato: l’elefante. 

Diventa essenziale manifestare il nostro Eros, consapevoli che altrimenti potremmo spegnerci, e sarebbe davvero terribile.

Lo so perché sono stata spenta tanto tempo, e per quanto temi che il mio elefante sia visto, preferisco questa paura all’apatia.

Qual è il tuo elefante?

Ritorna il webinar più amato di Scrittura Senza Censura!

“La Donna Selvaggia viene a noi nei sogni o nelle storie, specie storie della nostra vita privata, poiché vuol vedere chi siamo, e se siamo pronte a unirci a lei.”

– Clarissa Pinkola Estés

Cosa serve

Ti piacerebbe partecipare?

Quando?
Mercoledì 7 Febbraio

A che ora?
Dalle 20:45 alle 22:15

Dove?
Online con Zoom.

Il Webinar è gratuito!

Compila il form per ricevere via email il link Zoom per partecipare

Attenzione

Può succedere che la mail con le indicazioni per partecipare finisca nello spam o nelle promozioni della tua posta.

Se non trovi niente contattami all’indirizzo email:

info@scritturasenzacensura.it

Dicono di me

Un po' della
mia storia

Mi chiamo Enrica e faccio la narratrice e la scrittrice per amore.
Sono da sempre appassionata di antichi racconti di magia, di miti e leggende delle varie parti del mondo.

La mia avventura di scrittrice è iniziata nel 2015 con il romanzo “Tu mi hai salvato la vita”, Edizioni Cinquemarzo.
Ho frequentato corsi di scrittura introspettiva ed esoterica, insieme all’autobiografia gestaltica. Ho approfondito con l’arteterapia e i corsi di teatro. Sono operatrice di massaggio Ayurveda e ho integrato a questa ricerca lo studio del corpo perché è il nostro cantastorie più ispirato.

I miei libri più recenti sono: “Il fuoco di Berkana” e “Celeste” Edizioni Unsolocielo.

Questi studi insieme all’amore per la scrittura mi hanno permesso di far nascere questo progetto di scrittura creativa online e in presenza. Dove integro collaborazioni con operatori del benessere, associazioni olistiche e culturali.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email